Guida: come funziona Pinterest

pinterest

Chi è stufo di utilizzare sempre Facebook, Twitter o Instangram può provare anche questo social network diverso da tutti gli altri.

In questo articolo scopriremo come funziona e quali sono le sue potenzialità per diventare in breve un utente esperto.

Cos’è e come funziona

Pinterest è stato concepito nel 2010 negli Stati Uniti grazie al contributo di Ben Silbermann, Paul Sciarra ed Evan Sharp. In Italia si è diffuso piuttosto rapidamente tra la popolazione femminile che rappresenta ancora oggi il principale bacino di utenti iscritti.

È strutturato per simulare una bacheca con un’interfaccia piuttosto semplice e intuitiva. Il meccanismo si regge sullo sfruttamento degli hashtags per la categorizzazione dei contenuti che possono essere suddivisi e raggruppati in categorie.

Il social network basa il suo funzionamento sulla condivisione delle immagini e di video dalla breve durata come tutorial o infografiche. Viene utilizzato praticamente per indicizzare le foto raccolte sul web in modo da avere una bacheca sempre ordinata e consultabile.

Chi ad esempio sta cercando un nuova ricetta per stupire i propri commensali può cercare su Pinterest un piatto originale. Il sistema di ricerca restituisce infatti una gran mole di immagini categorizzate per argomento.

Come altri social network gli utenti possono usufruire di due versioni: una per gli utenti e una per le imprese private. Sono entrambe gratuite e non sono previsti dei costi per l’iscrizione. L’applicazione è disponibile sia per Android che per i sistemi iOS ed è scaricabile direttamente dal Play Store.

Per l’iscrizione si possono utilizzare anche i profili di Facebook o dell’account Google, altrimenti si devono indicare una mail e una password. In seguito si devono semplicemente seguire le regole che l’applicazione suggerisce per iniziare a utilizzare il social network.

L’interfaccia, come scritto in precedenza, è molto semplice ed è costituita da 4 segmenti:

  1. Home: questa sezione ha la barra di ricerca che serve per visualizzare le immagini
  2. Profilo: spazio dedicato all’utente
  3. Notifiche: porzione in cui vengono segnalate tutte le azioni che riguardano l’account
  4. Segui già: bacheca in cui vengono mostrati i contenuti pubblicati dagli altri utenti

Pinterest e le aziende

Pinterest può essere essere utilizzato anche dalle imprese per finalità più commerciali.

Chi desidera ampliare la sua strategia comunicativa con un nuovo canale può sfruttare questo social network per implementare la produzione di contenuti. L’account aziendale è gratuito, ma propone diversi strumenti per creare e monitorare una campagna pubblicitaria.

Terminata la creazione del profilo si deve inserire il widget di Pinterest nel sito aziendale per attirare il target di riferimento. Per esaltare le immagini migliori si può creare una preview mentre le interazioni degli utenti vengono controllate da un software che analizza i dati in tempo reale.

Per ottenere successo in questa piattaforma si devono produrre contenuti molto creativi che siano in grado di generare un elevato engagement. Il pubblico deve identificarsi nella pagina e per questo le foto prima di essere pubblicate devono essere scattate con estrema cura.

Le immagini devono essere nitide, illuminate e armonizzate per suscitare interesse ed essere condivise. Sono molto apprezzati i video e soprattutto quello che rivelano gli step per ottenere il risultato finale. I filmati devono essere di breve durata e adatti per tutti i modelli di smartphone.

Non si devono trascurare le parole perché i contenuti visivi devono essere sempre affiancati da una una didascalia. In questo modo si rafforza l’impatto del posto e si forniscono all’utente delle indicazioni sull’oggetto della foto. Bisogna sempre coinvolgere il pubblico perché senza empatia il profilo è destinato a finire del dimenticatoio.

Conclusione

Pinterest è un social network che offre numerose opportunità alle imprese che desiderano migliorare la loro brand reputation e intendono coinvolgere il proprio target di riferimento.

Il suo utilizzo non è affatto scontato dunque e prima di postare bisogna valutare con cura la strategia per ottenere successo online.